Logo

Benvenuto nella directory di articoli gratuiti, Guest

Cerca:

Home » Lavoro-e-professioni » Consigli per avviare una agenzia immobiliare a Roma

Consigli per avviare una agenzia immobiliare a Roma

  • pdf Articolo in PDF
  • |
  • stampante Anteprima di stampa
  • |

di: altroaffitto
Parole: 827 | Visite totali: 1797

Il lavoro, assai prestigioso, di agente immobiliare può procurare buoni guadagni, anche se va rilevato un sensibile aumento della concorrenza negli ultimi tempi.
Il guadagno è conseguente al pagamento delle classiche provvigioni, che vengono corrisposte da ambedue le parti contraenti all'Agenzia che ha curato l'affare solo quando questo va a buon fine, cioè quando produce effetti giuridici. È importante precisare quest'ultimo aspetto, perché molti non sanno che se il contratto di compravendita o locazione relativi a un immobile non viene concluso nulla è dovuto all'agente immobiliare, che pure si è prodigato per soddisfare le esigenze del cliente. Può sembrare strano, ma è così.
L'anno che ci stiamo lasciando alle spalle, il 2013, ha fatto registrare fatturati in netto calo per ciò che riguarda le attività legate al mercato immobiliare, generalmente assai dinamico quando l'economia cresce, mentre diventa più complicato in periodi di grave crisi economica come quello attraversato dall'Italia e dall'Europa negli ultimi tempi, che oggettivamente ha colpito anche il settore degli immobili, da sempre un traino dell'economia italiana.
Il sensibile calo di rogiti notarili inerenti alle compravendite di case degli ultimi mesi parla chiaro.
Gli italiani comprano poco, hanno serie difficoltà ad ottenere mutui per effettuare l'acquisto e se proprio sono decisi a comprare vogliono ottenere le migliori condizioni possibili sia relativamente al prezzo, sia per ciò che riguarda le modalità del pagamento.
C'è poi un altro dato sul quale riflettere, cioè un + 22% annuo per quanto riguarda i casi di pignoramenti che, sempre a causa di una lunga e pesante crisi che dura almeno dal 2007, hanno colpito gli immobili degli italiani, che, non bastasse tutto questo, sono stati infine tassati perfino sulla loro prima casa attraverso l'IMU, un'imposta che ha fatto molto discutere.
A salvarsi dalla crisi del settore sono state, come spesso accade, le grandi città. Roma è un esempio.
Essendo sede dell'Ateneo più grande d'Europa, ma anche meta turistica privilegiata che attira visitatori da ogni parte del mondo in tutti i mesi dell'anno, per la costante offerta culturale e più in particolare artistica che è in grado di presentare, la Capitale d'Italia è un caso a parte e rappresenta una delle piazze migliori per tentare l'affascinante avventura del lavoro di agente immobiliare, in proprio o come dipendente di società già operative sul territorio.
In una congiuntura così problematica, riteniamo però opportuno puntare con decisione sulla tradizionale fetta di mercato rappresentata dai cosiddetti affitti turistici. Già, perché in tutto il mondo ci sono persone costantemente interessate a trovare un appartamento in affitto a Roma, per brevi o anche lunghi periodi: questa particolare tipologia di prodotto non conosce flessioni significative.

A parte il caso degli affitti turistici, c'è da puntare forte sul ricco mercato degli studenti fuori sede, che, disposti a dividere le spese in più persone, sono spesso in grado di pagare senza problemi il canone di locazione relativo a immobili siti anche nel centro di Roma o comunque nei quartieri strategicamente vicini alle sedi universitarie (es. quartiere Tiburtino).
Nel caso in cui vogliate provare ad aprire una vostra Agenzia, vi consigliamo vivamente di scegliere un locale fronte strada, ben visibile, perché in ambito immobiliare la pubblicità è davvero l'anima del commercio.
La vostra agenzia dovrà inoltre risultare facilmente raggiungibile, perché in una metropoli come Roma, dove è frequente restare bloccati in lunghe code di auto, a volte può risultare davvero disagevole, per i vostri clienti, raggiungervi per valutare le vostre proposte e discutere l'affare con le persone che si dimostreranno interessate.
Questo lavoro richiede infatti capacità non comuni di instaurare una fitta rete di contatti sociali e buone conoscenze che nel medio e lungo periodo producono sempre notevoli risultati economici, perché più persone si mettono in relazione, più aumentano le possibilità di concludere il contratto di affitto in tempi rapidi, mentre nel caso delle compravendite i tempi si dilatano inevitabilmente, sia per la frequente necessità di reperire un finanziamento bancario sia per la valutazione da parte dei tecnici dell'opportunità di eseguire opere di ristrutturazione della casa, con relativi preventivi.
Il luogo migliore dove aprire la vostra agenzia immobiliare è quindi nelle immediate vicinanze di una fermata della Metropolitana.
Non vanno assolutamente sottovalutate le potenzialità dei molti massmedia esistenti a Roma: carta stampata e radio locali o perfino siti web di quartiere possono rappresentare un formidabile strumento pubblicitario per presentare al pubblico dei potenziali clienti le vostre proposte immobiliari, magari studiando formule vantaggiose che possano attirare l'attenzione.
L'esperienza degli operatori del settore insegna che spesso ottimi affari sono nati da un semplice annuncio di poche righe letto su un giornale, magari su Porta Portese.

Informazioni sull'Autore

Luca Ninci - Project manager di altroaffitto.it, portale dedicato agli immobili in affitto

Fonte: Article-Marketing.it

Ripubblica questo articolo gratuitamente nel tuo sito

Clicca all'interno dell'area e copia il contenuto evidenziato. L'articolo è così pronto per essere ripubblicato dove vuoi.