Logo

Benvenuto nella directory di articoli gratuiti, Guest

Cerca:

Home » Scienza-e-tecnologia » Meccanica e meccatronica: discipline per semplificare il lavoro umano

Meccanica e meccatronica: discipline per semplificare il lavoro umano

  • pdf Articolo in PDF
  • |
  • stampante Anteprima di stampa
  • |

di: Francescapp
Parole: 496 | Visite totali: 1993

Con le evoluzioni in campo industriale e tecnologico che caratterizzano l’epoca in cui viviamo, si sono venute a creare, negli anni, delle figure nuove e delle nuove discipline, formate dalla combinazione di figure e discipline preesistenti. La meccatronica ne è un esempio lampante. Già dal nome si intuisce che si tratta di una combinazione di altri termini, ossia meccanica ed elettronica, ma guardando solamente all’etimologia della parola non si capisce completamente il significato del termine e le natura della disciplina, che può essere definita come la scienza che studia il modo di far interagire non solo meccanica ed elettronica, ma anche informatica. Scopo di questa interazione è l’automatizzazione dei sistemi di produzione al fine di semplificare il più possibile il lavoro umano.

Lo specialista di meccanica e meccatronica, ossia l’ingegnere meccatronico, è una figura professionale che ha le conoscenze e le competenze necessarie per progettare e realizzare sistemi di controllo automatico. Gli strumenti di cui si avvale sono software di sviluppo ma anche le centraline elettroniche, indispensabili per l’implementazione del sistema reale e per verificare, in tempo reale, che tutto funzioni. I principali campi d’azione della meccatronica sono l’automazione industriale, l’automotive e la robotica. Per fare qualche esempio concreto, e capire quindi meglio quali siano gli ambiti di competenza dello specialista della meccatronica, l’ingegnere meccatronico si occupa, tra l’altro, della progettazione delle centraline delle automobili di ultima generazione, dei robot da inserire in una catena di montaggio e così via. La forza dell’ingegnere meccatronico sta nell’interdisciplinarietà, ossia nella capacità di spaziare tra diverse discipline mettendole in connessione tra di loro.

La meccatronica sta acquisendo una crescente importanza, e allo stesso modo la figura dell’ingegnere meccatronico è particolarmente richiesta. Molti atenei, anche in Italia, organizzano dei percorsi di studio atti a formare degli esperti in questo senso: alcuni atenei, come l’Università degli Studi di Padova, hanno dato vita ad un vero e proprio corso di laurea di secondo livello in ingegneria meccatronica, al fine di formare delle figure professionali in grado di lavorare nell’ambito dell’ingegneria dell’automazione industriale come progettisti o supervisori di macchine meccatroniche. Per diventare ingegnere meccatronico si possono intraprendere anche altri percorsi, come proposto da altri atenei: esistono corsi di laurea in ingegneria dell’automazione e del controllo dei sistemi complessi, per esempio, che formano ingegneri in grado di progettare sistemi meccatronici o per la robotica industriale e di servizio, mentre i corsi di laurea in ingegneria dell’automazione “sfornano” professionisti che possono essere impiegati presso aziende che si occupano di sistemi automatici e robotici e di impianti per l’automazione che integrano apparati di misurazione, trasmissione e automazione con componenti informatici.

Per intraprendere la carriera di ingegnere meccatronico, sempre validi sono anche i corsi di laurea in ingegneria meccanica, elettrica, elettronica, informatica e dell’automazione, che danno un’ottima preparazione. Basta dare un’occhiata ai siti dei vari atenei italiani per rendersi conto della quantità di percorsi formativi studiati per formare la figura dell’esperto in meccatronica, e per capire quindi l’importanza di questa nuova figura professionale.

Informazioni sull'Autore

Articolo a cura di Francesca Tessarollo
Prima Posizione Srl – web marketing agency

Fonte: Article-Marketing.it

Ripubblica questo articolo gratuitamente nel tuo sito

Clicca all'interno dell'area e copia il contenuto evidenziato. L'articolo è così pronto per essere ripubblicato dove vuoi.