Logo

Benvenuto nella directory di articoli gratuiti, Guest

Cerca:

Home » Ambiente-e-natura » La Grotta del Cane

La Grotta del Cane

  • pdf Articolo in PDF
  • |
  • stampante Anteprima di stampa
  • |

di: Ludus
Parole: 370 | Visite totali: 5509

La Grotta del Cane, di origine vulcanica, sorge nelle vicinanze del lago di Agnano e il paese di Agnano Terme, nei Campi Flegrei, in provincia di Napoli. Il nome Agnano sembra derivi dal termine Anauni, serpente. Si dice che il luogo era ricco di serpenti, infatti, che andavano a dissetarsi alle acque del lago. La zona poi divenne rinomata per le sue numerose sorgenti termali (ben 75!), per i fanghi e le pratiche di stregoneria.

La grotta misura un metro di larghezza e due di altezza. La caratteristica della grotta è l’esalazione di acido carbonico sprigionatosi dal sottosuolo. L’acido, dal peso specifico maggiore di quello dell’aria, si addensa anche a 30 cm dal suolo. Il nome di grotta del cane proviene da un crudele esperimento, offerto ai visitatori, in voga nel XVIII secolo e durato fino alla metà del XX, che consisteva nell’introdurre un cane nella cavità, il quale, a causa delle esalazioni letali di acido carbonico libero, era costretto a respirare la sostanza tossica venendo colpito immediatamente da sintomi di asfissia. Se riportato subito all’aria aperta, riprendeva i sensi, altrimenti nel giro di 3 minuti sarebbe morto.

Esiste la testimonianza di un illustre personaggio della letteratura francese, Alexandre Dumas: "Il padrone spinse dentro (il cane )... appena dentro, ... balzò, si levò sui posteriori per sollevare la testa al di sopra dell’aria mefitica che lo circondava. Ma tutto fu inutile: presto vacillò... si coricò, irrigidì le membra, le agitò come in una crisi di agonia, poi… rimase immobile... la bocca piena di schiuma... Lo credetti morto. ..."

Si legge in una pagina del volume di Giuseppe Mormile, "DESCRITTIONE DI TUTTO L’AMENISSIMO PAESE DI POZZUOLO E LUOGHI CONVICINI" del 1670: F Grottà chiamata delli Cani, nella quale ogni cosa viva, che v'entra, muore. G Lago d'Agnano, che non produce altro che rane. H Sudatorii, e fumarole d'Agnano.

La grotta del cane, di interesse non solo scientifico ma anche storico, è stata recentemente (2001) riaperta dopo 30 anni. Il recupero della cavità avviene in seguito al restauro delle Antiche Terme Romane, costruite 2700 anni fa. La visita, guidata, alla grotta avviene dietro prenotazione e comprende anche le terme romane.

Informazioni sull'Autore

Daniele Imperi - Speleoblog, Forum Speleonauti

Fonte: Article-Marketing.it

Ripubblica questo articolo gratuitamente nel tuo sito

Clicca all'interno dell'area e copia il contenuto evidenziato. L'articolo è così pronto per essere ripubblicato dove vuoi.