Logo

Benvenuto nella directory di articoli gratuiti, Guest

Cerca:

Home » Arredamento » Come calcolare i faretti necessari per illuminare lo spazio interno

Come calcolare i faretti necessari per illuminare lo spazio interno

  • pdf Articolo in PDF
  • |
  • stampante Anteprima di stampa
  • |

di: Mario22
Parole: 550 | Visite totali: 29

Negli ultimi tempi sta crescendo sempre di più, in ogni persona, la consapevolezza che illuminare in modo ottimale lo spazio interno della propria casa, differenziando la luminosità di ogni singolo ambiente, rende l'immobile più accogliente e confortevole.

I faretti da incasso, possono aiutare a realizzare questo dando agli ambienti interni della casa il grado di luminosità ideale. Tuttavia è bene sapere quali acquistare e soprattutto quanti utilizzarne. L'aiuto di un elettricista specializzato può sicuramente essere utile, ma c'è un modo ben preciso per eseguire il calcolo anche in autonomia.

Faretti: un'ottima opzione per l'illuminazione dello spazio interno 

I faretti da incasso rappresentano la soluzione migliore se si vuole optare per uno stile adattabile alle diverse esigenze. Sono versatili, con una ampia possibilità di scelta per quanto riguarda la luce emessa, la loro struttura si rende invisibile una volta messi in opera perché sono da incasso, facili da montare, si rendono adatti a qualsiasi tipo di arredamento, sia classico che moderno.

Esistono, poi, faretti di vario tipo: in gesso, con la ghiera in metallo o in acciaio. Potrai scegliere il faretto adatto alla casa tra: grandi, medi, piccoli, rotondi, quadrati e rettangolari, con la luce a LED oppure con una lampadina inclusa a seconda delle esigenze di arredo interno.

Quali faretti scegliere

I faretti, nati principalmente per illuminare ingressi, corridoi, disimpegni e cabine armadio, grazie alla loro adattabilità e alla possibilità di creare con essi interessanti effetti luce, vengono utilizzati, ormai, in tutti gli ambienti della casa. É molto importante, tuttavia, capire quali e quanti faretti sono necessari per illuminare in modo adeguato.

Una prima considerazione da fare riguarda la scelta tra faretti a LED oppure con la classica lampadina. A questo proposito, tenendo presente che i LED consentono un consumo energetico ridotto dell'80% a fronte di ottime prestazioni di illuminazione, la scelta degli interior designer cade quasi sempre su queste ultime.

Quanti faretti utilizzare

Passando al calcolo vero e proprio bisogna tenere presente che al posto dei Watt dovremo orientarci tra lux e lumen. Per essere più precisi, il lux determina l'area che verrà illuminata dalla sorgente mentre il lumen la quantità di luce che proviene da essa.

Un altro fattore importante è la differenza che esiste tra i vari ambienti della casa, per il corridoio e le zone di passaggio basteranno, infatti, faretti con una potenza di circa 7 watt a mq, per le stanze da letto, la cucina, la sala da pranzo e le altre camere meglio puntare su un grado di intensità luminosa maggiore.

L'illuminazione ideale varia dai 25-50 lux per le stanzette e la camera da letto fino ad arrivare ai 350 lux ed oltre per le zone giorno.

Per completare ora, il calcolo dell'illuminazione necessaria ai nostri ambienti, tenendo presente che ogni faretto produce dai 90-100 fino ad arrivare ai 400 e oltre in lumen, basterà moltiplicare i lux prodotti da ogni faretto per i lux necessari al nostro ambiente. Applicando questo calcolo va per ogni stanza, il nostro spazio interno alla fine dei lavori sarà illuminato alla perfezione.

Informazioni sull'Autore

Mario Angelofanti

Fonte: Article-Marketing.it

Ripubblica questo articolo gratuitamente nel tuo sito

Clicca all'interno dell'area e copia il contenuto evidenziato. L'articolo è così pronto per essere ripubblicato dove vuoi.