Logo

Benvenuto nella directory di articoli gratuiti, Guest

Cerca:

Home » Arredamento » Come impostare il condizionatore in modalità deumidificatore

Come impostare il condizionatore in modalità deumidificatore

  • pdf Articolo in PDF
  • |
  • stampante Anteprima di stampa
  • |

di: Mario22
Parole: 473 | Visite totali: 44

In alcuni casi è possibile che ci sia molta umidità di notte e per questo motivo è importante impostare il condizionatore in modalità deumidificatore. Però bisogna impostarlo prima di andare a dormire per poi passare alla modalità ventilazione, in modo da evitare problemi di salute come la disidratazione.

Nel corso dell'articolo verrà descritto come impostare la modalità deumidificatore, insieme anche ad alcuni consigli forniti da un servizio di assistenza condizionatori consultato per la stesura di questo contenuto. 

Come impostare la modalità dry o deumidificatore

Il corpo elimina calore a partire dalla sudorazione, ma ciò non avviene se nella stanza c'è molta umidità poiché l'aria ha un limite di acqua che riesce a contenere; per questo motivo il sudore non evaporerà ma creerà uno strato sulla pelle facendo avvertire ancora di più il calore. La funzione deumidificatore, detta anche modalità dry, permette quindi di eliminare l'umidità presente nella camera ma è impossibile controllare il tasso desiderato da togliere: è proprio per questo motivo che il condizionatore continuerà la sua azione fino ad un valore limite che si aggira intorno al 30-50%.

Si può impostare il deumidificatore solo accendendo e spegnendo tale funzione in quanto il condizionatore è fornito di un igrometro e grazie ad esso tale dispositivo smetterà di funzionare nel momento in cui l'umidità avrà raggiunto il valore limite per poi riprendere quando saranno nuovamente aumentati i suoi livelli nella camera.

Perché impostare la modalità deumidificatore

La temperatura percepita in realtà non corrisponde alla temperatura effettiva in quanto è data dal rapporto tra l'umidità ed essa. Attivando quindi la funzionalità deumidificatore percepirai quasi una decina di gradi in meno senza però variare la temperatura presente all'interno della stanza.

Bisogna quindi utilizzare più frequentemente il deumidificatore rispetto al climatizzatore specialmente se si è a conoscenza del valore di umidità presente nella camera. Ovviamente se tale livello è molto basso, si parla dunque di caldo secco, si consiglia vivamente di attivare la funzione climatizzatore poiché il deumidificatore non porterebbe alcun tipo di vantaggio.

Alternare la funzione climatizzazione e deumidificatore

Alcuni condizionatori permettono di impostare l'alternanza tra la funzione climatizzazione e quella deumidificatore. In questo caso per la funzione del climatizzatore sarà fondamentale impostare la temperatura più in basso di soli due o tre gradi rispetto alla temperatura presente al di fuori della stanza, mentre l'azione del deumidificatore sarà completamente autonoma in base al maggiore o minor livello di umidità presente nella stanza.

In questo modo entrambe le funzioni continueranno autonomamente senza intaccare l'azione dell'altra e il corpo della persona presente nella camera effettuerà in modo corretto la sudorazione eliminando il calore in eccesso.

Informazioni sull'Autore

Mario Angelofanti

Fonte: Article-Marketing.it

Ripubblica questo articolo gratuitamente nel tuo sito

Clicca all'interno dell'area e copia il contenuto evidenziato. L'articolo è così pronto per essere ripubblicato dove vuoi.