Logo

Benvenuto nella directory di articoli gratuiti, Guest

Cerca:

Home » Arredamento » Condizionatore scarico: come capire quando manca il gas

Condizionatore scarico: come capire quando manca il gas

  • pdf Articolo in PDF
  • |
  • stampante Anteprima di stampa
  • |

di: Mario22
Parole: 479 | Visite totali: 66

Può capitare, a volte, che il condizionatore abbia problemi particolari e difficili da risolvere con le solite prove, obbligando in alcuni casi il contatto con una valida assistenza climatizzatori.

Tra le cause di guasto più frequenti, quella più fastidiosa è senza dubbio la mancanza di gas all'interno dell'apparecchio, che molto spesso è un problema che viene sottovalutato. Risulta fondamentale, di conseguenza, scoprire come risolvere questa problematica e se è necessario o meno rivolgersi ad un tecnico.

Controllare i filtri del condizionatore

Prima di verificare l'eventuale assenza di gas, come prima cosa è necessario verificare lo stato dei filtri, che oltre a rientrare nella manutenzione standard, può essere causa di malfunzionamenti anche seri. Per pulire i filtri qualora dovessero essere sporchi, basterà rimuoverli dal condizionatore, bagnarli con un po' di acqua del rubinetto e pulirli a dovere.

Successivamente, prima di inserirli di nuovo nel macchinario, si deve aspettare che siano asciutti. Se il problema persiste, magari la causa è diverse e sarò necessario eseguire un controllo ulteriore per stabilire che manca il gas all'interno del condizionatore.

Mancanza di gas nel climatizzatore: verifiche successive

Il passaggio successivo è quello di visionare lo stato di due particolari pezzi all'interno del condizionatore: il condensatore ed il vaporizzatore. Essi sono due componenti che possono compromettere il funzionamento della macchina, in quanto spesso all'interno può annidarsi la polvere ed altre sporcizie, per questo ci si deve assicurare che siano correttamente puliti.

Se il problema non è ancora risolto dopo questo passaggio, gli ultimi controlli da fare riguardano le ventole, visto che esse sono le prime soggette ad intasarsi di acari e sporco. Potrebbe dipendere da loro nel caso in cui il condizionatore inizia a fare più rumore del solito. Se è questa la causa del guasto, sarà sufficiente rimuovere il pezzo ed effettuare una pulizia accurata.

L'ultimo controllo da effettuare è quello del telecomando, che molto spesso con il cambio di stagione, rimane impostato sulla configurazione invernale od estiva, causando temperature non adatte alla stagione in corso. Per questo è buona norma che si verifichi su quale programma il condizionatore sta lavorando ed eliminare ogni dubbio a riguardo.

E se non funziona ancora? Nel caso in cui l'apparecchio continua a dare lo stesso problema e non presenta miglioramenti, la causa molto probabilmente è dovuta alla mancanza del gas. In queste situazioni è necessario rivolgersi ad un tecnico e verificare con lui l'eventuale assenza di gas, che con ogni probabilità può essere dovuta ad una perdita vicino ai tubi, dove è possibile si sia verificata una perdita d'aria, che ha portato ad affaticare il macchinario.

Informazioni sull'Autore

Mario Angelofanti

Fonte: Article-Marketing.it

Ripubblica questo articolo gratuitamente nel tuo sito

Clicca all'interno dell'area e copia il contenuto evidenziato. L'articolo è così pronto per essere ripubblicato dove vuoi.