Logo

Benvenuto nella directory di articoli gratuiti, Guest

Cerca:

Home » Arredamento » Inferriate a scomparsa: come funzionano

Inferriate a scomparsa: come funzionano

  • pdf Articolo in PDF
  • |
  • stampante Anteprima di stampa
  • |

di: Mario22
Parole: 512 | Visite totali: 49

La sicurezza della propria casa è sicuramente un tema meritevole di grande attenzione. Tra chi sceglie di installare un antifurto e chi invece si affida ad un fabbro per realizzare e installare un'inferriata, spesso prevale la prima opzione, sottovalutando il buon lavoro di protezione della seconda soltanto per alcuni aspetti relativi ad estetica e comodità.

Le inferriate invece tendono a ritardare il lavoro di un eventuale malintenzionato, che da un primo momento dovrà fare una gran fatica per superare questo ostacolo, trovandosi poi davanti ad una porta o un balcone ben chiuso, il tempo è prezioso e in molti preferiscono attaccare appartamenti senza alcuna protezione, magari dotati solo di antifurto.

Talvolta le inferriate sono un vero e proprio ostacolo, vanno aperte e chiuse occupando spazio, per questo motivo molte persone si affidano alle inferriate a scomparsa, una scelta sicuramente intuitiva ed intelligente.  

Funzionamento delle inferriate a scomparsa 

Le inferriate a scomparsa sono una vera e propria evoluzione anche se sono sul mercato da parecchio tempo. Negli anni sono state apportate diverse modifiche ma sostanzialmente l'idea è rimasta sempre la stessa, vale a dire quella di risparmiare spazio e mantenere un alto standard di protezione.

Le inferriate a scomparsa hanno un funzionamento orizzontale e non più a ventaglio come le classiche porte, insomma come un piccolo cancello automatico. Infatti queste possono sia essere spostate in parallelo al muro adiacente al balcone, sia all'interno di esso tramite uno scrigno. Lo scorrimento è dettato da semplici ruote in acciaio che camminano su un piccolo binario posto sulla pavimentazione ed una guida alle estremità solitamente in plastica che ne impedisce l'oscillazione.

Inferriate a scomparsa: manutenzione

Il ferro o comunque tutti i materiali ferrosi hanno un grande nemico, la ruggine, ed evitare questo fenomeno è possibile ma occorre precisione e tempestività. La ruggine è abbastanza semplice da individuare ed una volta insidiata non farà altro che espandersi a macchia d'olio. Si può decidere di intervenire in due modi entrambi estremamente efficaci, da un lato è possibile agire direttamente sul punto arrugginito grattando a fondo con della carta gommata fino all'eliminazione totale della ruggine per poi dipingere con della pittura antiruggine dove serve.

Oppure bisogna avere una manutenzione costante e periodica ( massimo ogni tre anni) di tutta l'inferriata scartavetrandola e ridipingendola con della pittura antiruggine, il consiglio è quello di utilizzare un fondo di sola antiruggine questo avrà una durata nel tempo maggiore.

Come detto il movimento è dettato dalle ruote che scorrono su un binario, quest'ultimo va sempre pulito e tenuto in buone condizioni, pertanto è possibile anche utilizzare una spazzola per eliminare ogni impurità e periodicamente lubrificato con del grasso. Anche le ruote sono molto soggette ad usura quindi bisogna sempre controllarle, ed un mal funzionamento potrebbe compromettere l'apertura della tua grata scorrevole, sostituirle periodicamente sarà una scelta saggia che ti permetterà di avere una grata sempre perfettamente funzionante.

Informazioni sull'Autore

Mario Angelofanti

Fonte: Article-Marketing.it

Ripubblica questo articolo gratuitamente nel tuo sito

Clicca all'interno dell'area e copia il contenuto evidenziato. L'articolo è così pronto per essere ripubblicato dove vuoi.