Logo

Benvenuto nella directory di articoli gratuiti, Guest

Cerca:

Home » Arredamento » Piscina fuori terra: come calcolarne la capienza massima?

Piscina fuori terra: come calcolarne la capienza massima?

  • pdf Articolo in PDF
  • |
  • stampante Anteprima di stampa
  • |

di: robot online
Parole: 543 | Visite totali: 3170

Per prima cosa un consiglio: evitare di calcolare la capienza di una piscina fuori terra il giorno più caldo d'estate. Detto questo, gli ingegneri, prima di consentire la messa sul mercato di una piscina fuori terra, hanno l'obbligo di garantire controllare determinati standard, a sancire la piena sicurezza del prodotto.

La capacità massima di una piscina fuori terra rappresenta uno di questi requisiti. Si tratta di determinare il numero massimo di bagnanti che possono usufruire contemporaneamente della piscina fuori terra.
Attraverso questo articolo, la prossima volta che andrete in piscina, potrete facilmente calcolare la  portata massima e togliervi qualsiasi dubbio sul rispetto delle normativi vigenti in termini di sicurezza di una piscina fuori terra.

  1. Misurare quella zona della piscina di misura uguale o inferiore a 1,5 metri. Notare come le acque di una piscina fuori terra meno profonde di 1,5 metri sono considerate acque “poco profonde”. Facendo un esempio concreto, una piscina potrebbe presentare una zona di acque poco profonde di 5 metri.
  2. Misurare l'ampiezza della zona di profondità uguale o inferiore a 1,5 metri. Supponiamo che la larghezza della zona “poco profonda” della nostra piscina fuori terra sia pari a 3 metri.
  3. Ora bisognerà moltiplicare il valore della lunghezza della piscina fuori terra stimata come “poco profonda” con il valore relativo alla sua larghezza. Nel nostro caso quindi si moltiplicherà 5 per 3, ottenendo un valore pari a 15.
  4. Una volta calcolato, si dividerà questo valore con il valore in metri quadrati della superficie minima che serve ad un singolo bagnante per entrare in piscina, ovvero 1,5 metri quadrati. Si avrà quindi un parole pari a 15 / 1,5. Ovvero 10.
  5. Misurare quella zona della piscina di misura uguale o superiore a 1,5 metri. Notare come le acque di una piscina fuori terra profonde almeno 1,5 metri sono considerate acque “profonde”. Facendo un esempio concreto, supponiamo che la piscina fuori terra che andiamo a valutare abbia una zona profonda lunga 5 metri.
  6. Misurare l'ampiezza della zona di profondità uguale o superiore a 1,5 metri. Supponiamo che la zona “profonda” della nostra piscina sia larga 3 metri
  7. Ora bisognerà moltiplicare il valore della lunghezza della piscina fuori terra stimata come “profonda” con il valore relativo alla sua larghezza. Anche in questo caso, secondo i dati da noi ipotizzati, avremo un valore pari a 15.
  8. Una volta calcolato, occorrerà dividere questo valore con il numero in metri quadrati della larghezza minima che serve ad un singolo bagnante per entrare in una piscina, ovvero 2,5 metri quadrati. Il valore finale in questo caso sarà dato quindi dal rapporto tra 15 e 2,5, ovvero 6.
  9. Sommare a questo punto i 2 risultati ottenuti. Nel caso della piscina fuori terra presa come esempio i valori saranno 10 e 6 per un totale quindi di 16.
  10. L'ipotetica piscina fuori terra di cui abbiamo voluto verificare la capienza sarebbe dichiarata agibile per un massimo di 16 bagnanti.

Informazioni sull'Autore

Mario Lambruschi

Fonte: Article-Marketing.it

Ripubblica questo articolo gratuitamente nel tuo sito

Clicca all'interno dell'area e copia il contenuto evidenziato. L'articolo è così pronto per essere ripubblicato dove vuoi.