Logo

Benvenuto nella directory di articoli gratuiti, Guest

Cerca:

Home » Arredamento » Quanto consuma un climatizzatore

Quanto consuma un climatizzatore

  • pdf Articolo in PDF
  • |
  • stampante Anteprima di stampa
  • |

di: Mario22
Parole: 565 | Visite totali: 49

Un climatizzatore è probabilmente uno dei maggiori consumatori di energia in una casa e, sebbene si possa scegliere di usarlo o meno, può essere difficile da gestire in relazione al budget mensile che disponi.

Infatti, godere del clima perfetto in casa ha un costo significativo. Sapendo quanta energia utilizza un condizionatore, è possibile tuttavia ridurre sensibilmente il consumo di elettricità e di conseguenza ottenere una bolletta con un minor esborso economico. Ci si può affidare ad un tecnico specializzato per ricevere assistenza e optare per la soluzione più conveniente, ma è bene comunque sapere quali alternative ci sono a livello di consumi energetici.

In riferimento a quanto sin qui premesso, in questo articolo verrà indicato quanto consuma un climatizzatore e come regolarsi di conseguenza ai fini della scelta del modello.

Consumo dei climatizzatori centralizzati

Gli apparecchi per la climatizzazione centralizzati sono presenti nel 90% delle case e la tecnologia sta diventando sempre più efficiente. Questi accessori tra l’altro sono dotati di un’unità grande sia per dimensioni che per consumo energetico.

Un apparecchio centrale che raffredda più punti della casa, utilizza i condotti in essa presenti per fornire aria fresca in tutti gli ambienti senza installare singole unità di finestre. Queste comodità hanno però un costo energetico abbastanza rilevante; infatti, l’unità centrale media utilizza circa 3.500 W di elettricità o 12.000 Btu (frigorie) ogni ora.

Consumo del climatizzatore da finestra

Se l'aria condizionata centralizzata non è un'opzione, trovare l'unità finestra giusta può aiutare a mantenere nei mesi più caldi e senza spendere troppo. Il consumo di elettricità di queste unità è inoltre generalmente inferiore a quello di un apparecchio centralizzato.

I modelli più piccoli utilizzano infatti circa 1.400 Watt o 5.000 Btu all'ora. È importante quindi trovare la finestra giusta per questa tipologia di unità affinché l'aria soffi verso il centro della stanza in modo costante, soddisfacente e a basso costo.

Le unità climatizzanti da finestra sono tra l’altro disponibili in varie dimensioni e fasce di prezzo, e nel primo caso la scelta è subordinata alla quadratura della stanza da raffreddare.

Consumo dei climatizzatori split

I sistemi di climatizzazione della categoria split sono costituiti da un'unità interna e da una esterna, con quest’ultima che va installata sulla parete della stanza da raffreddare. Premesso ciò, è importante sottolineare che questa gamma di climatizzatori a parete oggi rappresentano la scelta più popolare per chi intende minimizzare i consumi elettrici specie se si opta per i nuovi modelli dotati di inverter.

Questi ultimi infatti sono ad alta efficienza energetica e costano più dei normali condizionatori d'aria, ma la quantità di denaro spesa si ammortizza ben presto grazie proprio alla loro efficienza e longevità.

Sempre in riferimento a questa tipologia di climatizzatore, va altresì aggiunto che questa unità da 12000 BTU può raffreddare spazi medio-piccoli da circa 40 a 46 metri quadri e consuma circa 460 Watt all’ora il che lo rende alto risparmio energetico.

I modelli dotati di pompa di calore e del suddetto inverter consentono tra l’altro di selezionare quattro modalità operative, vale a dire raffreddamento, riscaldamento, deumidificazione e ventilazione.

Informazioni sull'Autore

Mario Angelofanti

Fonte: Article-Marketing.it

Ripubblica questo articolo gratuitamente nel tuo sito

Clicca all'interno dell'area e copia il contenuto evidenziato. L'articolo è così pronto per essere ripubblicato dove vuoi.