Logo

Benvenuto nella directory di articoli gratuiti, Guest

Cerca:

Home » Scienza-e-tecnologia » Scegliere una cassaforte a muro per uso domestico

Scegliere una cassaforte a muro per uso domestico

  • pdf Articolo in PDF
  • |
  • stampante Anteprima di stampa
  • |

di: Bottegadellachiave
Parole: 508 | Visite totali: 70

La cassaforte è il dispositivo di protezione più utilizzato nelle abitazioni. Essa risponde a una necessità innata: proteggere gli averi più preziosi è un bisogno che accompagna l’uomo nella storia. Nell’antica Roma, ad esempio, pesanti porte in bronzo proteggevano le stanze con i tesori.

Lontani dai vecchi metodi, i mezzi di protezione evoluti diventano sempre più raffinati e puntano a offrire soluzioni che diano massima soddisfazione al destinatario. La cassaforte più conforme a questa idea è quella a muro.

La cassaforte a muro va montata all’interno della parete in cemento armato. L’efficacia di questo dispositivo, infatti, dipende prima di tutto dalle condizioni di muratura: la cassaforte non va installata in cartongesso o muri divisori ed è preferibile collocarla in una posizione scomoda per i malintenzionati. La muratura è per questo tipo di cassaforte il primo parametro di sicurezza perché a garantire la protezione è proprio il sostegno del cemento delle pareti. Se si predilige una cassaforte a muro è bene prima decidere in quale parte della casa, muro e posizione collocarla. Murare una cassaforte è, in ogni caso, un lavoro che non si può approssimare, ma va svolto con professionalità.

Passando alle specifiche tecniche, per una cassaforte da muro è più importante lo spessore dello sportello frontale che quello del corpo, proprio perché quest’ultimo è supportato dal muro. Lo sportello, invece, è la parte più delicata della cassaforte, esposta al rischio di taglio e sfondamento. Pari importanza ha la serratura: combinazione elettronica, chiave e combinazione meccanica, combinazione meccanica, impronta digitale, chiave a cilindro europeo, chiave a doppia mappa. Ognuna ha pro e contro che vanno valutati in base alle esigenze della persona. Ad esempio, un problema frequente si riscontra con la chiave perché si suppone che questa vada conservata in un luogo altrettanto sicuro o portata dietro, con il rischio di perderla o di duplicazione. In ogni caso, come detto, il tipo di apertura della cassaforte va valutato a seconda delle proprie abitudini e dell’uso che si fa del dispositivo.

Un elemento di valutazione fondamentale nella scelta di una cassaforte a muro è la certificazione. Dal 2005, infatti, una specifica normativa europea classifica anche le casseforti per uso domestico in base ai livelli di resistenza. Questo parametro è importante perché è dettato da standard europei rigidi che impongono alle aziende produttrici il rispetto di determinate condizioni in fase costruttiva. Le casseforti a muro a norma, inoltre, devono avere relativa certificazione anche per le serrature che ne dimostri la resistenza a tutti i fattori di rischio.

La certificazione di una cassaforte a muro è poi un’ulteriore garanzia per i premi assicurativi relativi, che variano proprio in base al grado di certificazione del dispositivo.

In generale la cassaforte da muro resta la più opportuna per l’uso domestico, efficace se la scelta è ponderata sui suoi parametri di sicurezza e misurata alle proprie esigenze. Prima di acquistare, consulta la scheda tecnica, confronta i modelli e chiedi informazioni maggiori al tuo rivenditore

Informazioni sull'Autore

Marco Gatti

https://www.bottegadellachiave.net/261-a-muro

https://www.bottegadellachiave.net 

Fonte: Article-Marketing.it

Ripubblica questo articolo gratuitamente nel tuo sito

Clicca all'interno dell'area e copia il contenuto evidenziato. L'articolo è così pronto per essere ripubblicato dove vuoi.