Logo

Benvenuto nella directory di articoli gratuiti, Guest

Cerca:

Home » Arte-e-cultura » Felix The Cat: la prima star dei cartoni animati

Felix The Cat: la prima star dei cartoni animati

  • pdf Articolo in PDF
  • |
  • stampante Anteprima di stampa
  • |

di: Ludus
Parole: 666 | Visite totali: 92

Felix The Cat fu la prima superstar dell’animazione: eclissaò Farmer Alfalfa, Bobby Bumps, Col. Heeza Liar e altri personaggi dei cartoni degli anni precedenti. Dal momento in cui Felix apparve per la prima volta, in Feline Follies (1919), fu un successo, anche se ancora non gli era stato dato un nome. In quel film e nel successivo, Musical Mews, era chiamato “Master Tom”. È soltanto nel terzo film, Adventures of Felix (1919), che ricevette il nome di Felix The Cat e la sua lunga, lunga carriera cominciò.

Pat Sullivan, proprietario dello studio di animazione, era il genio guida di Felix – ma in realtà i cartoni erano il lavoro di un giovane animatore, Otto Messmer, che realizzò l’intero esordio di quattro minuti da solo, lavorando a casa. Il successo di Felix era il diretto risultato della grande abilità di Messmer di creare scene spettacolari ed esprimere la personalità del personaggio attraverso il suo modo di muoversi. Furono realizzate dozzine di cartoni muti di Felix, con una sofisticazione sempre maggiore.

L’arrivo del sonoro e la fine del Sullivan Studio

Quando arrivarono i cartoni parlati, Felix fu oscurato da Mickey Mouse della Disney, che aveva fatto un recente e riuscito passaggio al sonoro. L’ultimo cartone animato muto di Felix fu appropriatamente intitolato The Last Life (1928).

Il Sullivan Studio, che non adottò mai la nuova tecnologia, andò in declino. Quando Sullivan morì, nel 1933, lo studio chiuse i battenti. Messmer abbandonò l’animazione per concentrarsi sulle strisce a fumetti di Felix, che aveva cominciato nel 1923 e che portò avanti fino al 1966.

Felix vide un breve ritorno nell’animazione nel 1936, quando il Van Beuren Studio (Tom & Jerry, ma non quelli della Hanna Barbera) acquistò i diritti del personaggio. Ma l’incantesimo degli anni di Messmer non fu ripreso e la serie terminò dopo soli tre cartoni animati.

L’arrivo in TV

Nel 1960 Felix fu rimesso in scena ancora una volta, in TV, dal produttore Joe Oriolo. Oriolo, fra i cui meriti vanno citati Casper the Friendly Ghost e The Mighty Hercules, aveva lavorato come assistente di Messmer negli anni 50 e gli era subentrato nella striscia a fumetti nel 1954.

È questa serie che introdusse l’ormai famosa “borsa dei trucchi” di Felix, così come il codardo Professore che la desiderava. Il doppiatore Jack Mercer, che fu ben conosciuto in Popeye the Sailor, ha doppiato la maggior parte dei cartoni di questa serie.

I fumetti di Felix

Nel frattempo i fumetti di Messmer, inizialmente come striscia per quotidiani distribuita dal King Features Syndicate e poi, nel 1943, come albo a fumetti pubblicato regolarmente, mostrarono la sua immaginazione visiva e la solida abilità nel creare grandi effetti, cosa che fece apprezzare molto dai collezionisti le sue pubblicazioni.

L’albo a fumetti, che fu pubblicato per la prima volta da Dell Comics, poi da Toby Press e infine da Harvey Comics, terminò nel 1961. La Dell cominciò una nuova serie l’anno dopo, che durò solamente 12 uscite.

La Gladstone Comics pubblicò nel 1991 un grosso album, ristampando i fumetti di Messmer; e la Fantagraphics fece un altro album nel 1996, ristampando le strisce a fumetti a partire dal 1920. Dal 1991-93 la Harvey Comics ha ristampato alcune delle storie di Messmer in formato albo, ma con una stampa molto scadente. Più tardi, negli anni ’90, la famiglia Oriolo ne pubblicò di nuovi, non ristampati, con una produzione di maggior valore.

Il ritorno di Felix

Negli anni recenti Felix è tornato occasionalmente nei cartoni o nei fumetti, talvolta, abbastanza inaspettatamente, come co-protagonista assieme a Betty Boop. Il più recente ritorno fu una serie animata per la domenica mattina, uscita negli anni 1995-97.

A differenza dei suoi contemporanei, Felix è ancora una star, nonostante sia un pioniere dell’animazione.

Informazioni sull'Autore

Daniele Imperi, vignettista e illustratore umoristico. Ho collaborato con case editrici, siti web, aziende creando illustrazioni per riviste, libri per bambini, siti web, biglietti d’auguri e vignette per materiale pubblicitario.

Fonte: Article-Marketing.it

Ripubblica questo articolo gratuitamente nel tuo sito

Clicca all'interno dell'area e copia il contenuto evidenziato. L'articolo è così pronto per essere ripubblicato dove vuoi.